In sala

Il cinema secondo Bergman

dal 15 marzo al 26 maggio
Programmazione

Ingmar Bergman (1918-2007) è stato uno dei più grandi artisti del Novecento. Come accade ai grandi artisti e solo a loro, la sua opera è inesauribile: tornare ai suoi film, anche quelli che credevamo di conoscere meglio, vuol dire scoprire ogni volta qualcosa che non avevamo saputo vedere, che non avevamo saputo ascoltare. I film di Bergman, da tempo del tutto ignorati dai palinsesti televisivi, sono disponibili in edizioni dvd di discontinua qualità. La rassegna che proponiamo, distribuita lungo tre mesi, offre la rara occasione di ritrovarli in bellissime copie originali.


Cinque buoni motivi per vedere o rivedere i film di Bergman

Perché dall’isola di Farö ha filmato il mondo
Perché tutti abbiamo un posto delle fragole, e tutti giocheremo quella partita a scacchi
Perché il Gunnar Björnstrand di Bergman è sexy come il Cary Grant di Hitchcock
Perché il bianco e nero delle sue estati d’amore è il più bello della storia del cinema
Perché "se diceva solo un’altra parola contro Bergman, giuro che le rompevo le lenti a contatto" (Woody Allen, Manhattan, 1979)

(paola cristalli)
Bookmark and Share

Documenti

Cartolina con la programmazione di marzo

Tipo di File: PDF Dimensione: 310.77 Kb

Cartolina con la programmazione di aprile

Tipo di File: PDF Dimensione: 308.43 Kb