In sala

Permanent Vacation: il cinema di Jim Jarmusch

dall'11 al 21 gennaio
Programmazione
Cresciuto nel milieu del cinema indipendente newyorkese, Jim Jarmusch è un autore che ha avuto almeno tre carriere. La prima, quella degli anni Ottanta, lo ha subito imposto come voce sbilenca e metropolitana di una famiglia artistica connessa con la musica underground della Grande Mela. La seconda, quella degli anni Novanta e più rarefatta, lo ha portato a cercare nuove strade espressive. La terza, negli anni Duemila, lo impone come regista autonomo, inconfondibile, il cui marchio non è più sinonimo di un cinema randagio e alticcio, bensì di malinconiche, profonde e struggenti biografie inventate di fantasmi, vampiri, poeti, guidatori d’autobus.
Bookmark and Share