Restauro

Rossellini, Visconti, Brusati, Petri a Venezia

Quattro grandi film italiani restaurati dalla Cineteca alla 70a Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia

Bookmark and Share
PaisÓ
Vaghe stelle dell'Orsa
Pane e cioccolata
La proprietÓ non Ŕ pi¨ un furto

Il cinema italiano racconta la storia del nostro Paese. La Cineteca di Bologna, con il suo laboratorio L’Immagine Ritrovata, porta avanti la missione di preservare il nostro patrimonio cinematografico e di restituirlo alle generazioni presenti e future, con restauri capaci di ridare ai film una nuova e lunga vita.
L’Italia nei mesi drammatici della fine della Seconda Guerra Mondiale, raccontata dalla nuova espressività neorealista; le vicissitudini della famiglia borghese; la solitudine e la tenacia dei nostri emigranti in cerca di fortuna in Svizzera; la trasfigurazione grottesca dell’ossessione per il denaro.
I volti senza nome degli attori non professionisti voluti da Roberto Rossellini; quello eternamente bello di Claudia Cardinale; quello, divenuto simbolo stesso dell’emigrante, di Nino Manfredi; quello dalla risata mefistofelica di Ugo Tognazzi.
Paisà
, Vaghe stelle dell’Orsa, Pane e cioccolata, La proprietà non è più un furto: questi i restauri che la Cineteca di Bologna presenterà alla 70ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, in programma dal 28 agosto al 7 settembre, nell’ambito di Venezia Classici, coinvolgendo diversi partner in questo lavoro di recupero della memoria cinematografica.


Paisà
(1946) di Roberto Rossellini è realizzato nell’ambito del Progetto Rossellini, promosso da: Istituto Luce Cinecittà, Cineteca di Bologna, CSC-Cineteca Nazionale e Coproduction Office.

Vaghe stelle dell’Orsa (1965) di Luchino Visconti è promosso da: Cineteca di Bologna, Archivio Storico delle Arti Contemporanee di Venezia e Sony Pictures Entertainment.

Pane e cioccolata (1973) di Franco Brusati è promosso da: Cineteca di Bologna, CSC-Cineteca Nazionale e Lucky Red.

La proprietà non è più un furto (1973) di Elio Petri è promosso da: Cineteca di Bologna, Museo Nazionale del Cinema di Torino e Titanus.

 

I quattro film presentati a Venezia saranno proposti nel cartellone di settembre del Cinema Lumière.