In sala

Ridere della tragedia

dal 3 al 7 ottobre
Programmazione

Si può ridere della tragedia? Sì se si possiede il tocco leggero di Lubitsch, l’irriverenza di Wilder, l’umanismo pacifista di Chaplin, la poesia comica di Keaton. In questi casi anche guerra, nazismo e immigrazione possono diventare materia di commedia. E l’ironia e la satira condurci, con una risata, più vicini al senso profondo della tragedia. Da L’emigrante a La Grande guerra, una selezione di capolavori da non perdere.

Bookmark and Share