In sala

Settembre 2019

L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
Bookmark and Share
Venerdì 13 settembre 2019 20.00
Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni

LO SCEICCO BIANCO

(Italia/1952) di Federico Fellini (85')

Due sposini in viaggio di nozze dalla provincia alla capitale romana. L'apparizione sull'altalena del bianco sceicco Alberto Sordi, divo divino solo sulla carta dei fotoromanzi. E dunque le illusioni del mondo dello spettacolo. Le benevoli prostitute della capitale, tra cui la Cabiria di Giulietta Masina. C'è già tutto il mondo felliniano in questo primo film firmato unicamente dal regista riminese (Luci del varietà è codiretto con Lattuada). "Per la sceneggiatura mi rifeci ai racconti che avevo scritto per il ‘Marc'Aurelio' in cui si riflettevano i miei pensieri sulla natura spietata delle storie d'amore, sull'amore giovanile che si confronta con la realtà dolceamara, sulla luna di miele che si irrancidisce, sulle delusioni dei primi tempi del matrimonio e sull'impossibilità di riuscire a conservare i romantici sogni iniziali" (Federico Fellini).
Restauro realizzato da Cineteca di Bologna, nell'ambito del progetto Fellini 100, in collaborazione con RTI-Mediaset e Infinity presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata


segue
THE HILLS OF MARLIK
(Tappeha-ye Marlik, Iran/1964) di Ebrahim Golestan (15')

"Un sito archeologico nell'Iran settentrionale risalente a 3000 anni fa è contemporaneamente zona di scavi e terreno concimato dai contadini. Ulteriore esempio del lavoro documentario di Golestan su elementi classici, in cui il passato e il presente si toccano, il film mostra un'evidente continuità tra le varie manifestazioni umane colte dalla macchina da presa, infondendo vita negli oggetti inanimati. Guardandolo è impossibile non pensare a Les Statues meurent aussi (1953) di Resnais: entrambi i film tracciano delle connessioni tra l'uomo, l'arte e la morte, e sono caratterizzati da un approccio storico insieme poetico e politico". (Ehsan Khoshbakht)
Restaurato da Ecran Noir Productions e Fondazione Cineteca di Bologna in collaborazione con Ebrahim Golestan e National Film Archive of Iran. Con il sostegno di Mahrokh Eshaghian e Genoma Films

Proiezioni:
Venerdì 13 settembre 2019
Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni
20.00 18.00
L'evento è parte di: Venezia classici
Cinefilia
Lingua originale con sottotitoli Lingua originale con sottotitoli

Tariffe:

Interi € 6,00

Riduzioni

Tessera Cineclub, Amici e Sostenitori Cineteca € 4,50
AGIS (escluso sabato e festivi) € 5,00
Studenti e Younger Card (escluso sabato e festivi), Over 60 (escluso sabato e festivi) € 4,00

Tessere, riduzioni e convenzioni

Dettagli sul luogo:
Piazzetta Pier Paolo Pasolini (ingresso via Azzo Gardino 65)

Numero posti: 174
Aria Condizionata
Accesso e servizi per disabili
Il nostro cinema aderisce al circuito CinemAmico: è possibile utilizzare l’applicazione MovieReading® per i film di cui è prevista audiodescrizione e/o sottotitolazione sull'applicazione.
Tel. 051 2195311