In sala

Agosto 2020

L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
Bookmark and Share

ISPETTORE CALLAGHAN, IL CASO SCORPIO » TUO!

(Dirty Harry, USA/1971) di D. Siegel (102')

Precede

"Raccontare il Pilastro attraverso le fotografie"
immagini tratte dall'Archivio Digitale di comunità del Pilastro
a cura di LAMINARIE/DOM la cupola del Pilastro

Prenota qui


Una larga fetta di pubblico trovò immediatamente in Callaghan una figura da applaudire a scena aperta. Il meccanismo d'identificazione è messo in moto da una compattezza caratteriale plasmata attraverso una rete di tratti controversi. [...] Il tutto cementato da uno statuto divistico che Clint Eastwood già si portava appresso prima del film, e che con Callaghan conoscerà un picco mediatico frastornante. Ma questo ibrido di eroismo intransigente e bastardaggine sul filo del criminoso sdegnò
molte coscienze, trasformando il film in terreno di scontro. La stroncatura più celebre, dell'influentissima Pauline Kael, bollava senza mezzi termini Dirty Harry come apologia del fascismo. [...]
L'infuocato dibattito ideologico attorno al film si comprende meglio se inserito nel clima dell'epoca, segnato da rivolte studentesche, cultura hippy sulla cresta dell'onda, guerra in Vietnam vicina allo  sfascio: Ispettore Callaghan emerge come oggetto scomodo, in cui si afferma il desiderio di un punto fermo virile e forcaiolo in mezzo alle incertezze sociali. Al tempo stesso, la figura di Callaghan si staglia come angelo della vendetta fuori dalla storia, attraversato da pulsioni di morte eterne e universali. Il detective di Eastwood, insomma, sembra trarre forza dal convergere di un alone
mitizzante e di un tratteggio realistico preciso, in un'oscillazione che contribuisce ad arricchire la complessa riflessione sulla violenza che altri film, nello stesso 1971, stanno intraprendendo: Il braccio violento della legge di William Friedkin, Cane di paglia e Arancia meccanica. Ispettore Callaghan, in particolare, insiste sulla dimensione urbana del fenomeno.
Ferme restando le posizioni etiche dei vari commentatori, quasi tutti si sono trovati d'accordo sulla potenza visiva e narrativa del film, tra gli esiti più alti di un regista che ha sempre fatto dell'efficacia una virtù stilistica.
Andrea Meneghelli


L'idea di Coliando mi venne dall'ispettore Callaghan di Clint Eastwood. Inizialmente doveva essere un vero bastardo, razzista e maschilista, ma temevo che il pubblico si convincesse che la pensavo come lui. Allora lo resi onesto, ironico e un po' amaro. È un personaggio contraddittorio, come potrebbe esserlo l'ispettore Callaghan se lavorasse a Bologna e non nei film di Hollywood.
Carlo Lucarelli

Proiezioni:
Domenica 12 luglio 2020
Piazza Maggiore
21.30
L'evento è parte di: Sotto le stelle del Cinema 2020
Lingua originale con sottotitoli Lingua originale con sottotitoli
Dettagli sul luogo:

Documenti

Cartolina ISPETTORE CALLAGHAN: IL CASO SCORPIO » TUO

Tipo di File: PDF Dimensione: 299.91 Kb