In sala

Novembre 2019

L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
Bookmark and Share
Giovedì 1 luglio 2010 11.45
Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni

THE SHAMROCK HANDICAP

(La corsa a ostacoli di Shamrock, USA/1926) R.: John Ford. D.: 67'. Did. Inglesi

Accompagnamento al piano di Maud Nelissen

Con doppia ambientazione irlandese e statunitense, The Shamrock Handicap è un altro film sulle corse dei cavalli efficace ma relativamente impersonale, nonostante si situi sullo sfondo della terra ancestrale di Ford. La diva della Fox, Janet Gaynor, interpreta Lady Sheila O'Hara, affascinante figlia di un proprietario terriero squattrinato (Louis Payne) che porta in America la sua purosangue Dark Rosaleen per farla partecipare a una corsa chiamata Shamrock Handicap. Malgrado il titolo (lo shamrock è il simbolo dell'Irlanda) non c'è alcuna enfasi su pregiudizi anti-irlandesi, ma il film è ricco di umorismo etnico, in gran parte stereotipato. Il dono di Ford per il paesaggio si manifesta a più riprese in questo film fotografato magnificamente da George Schneiderman, che trae il massimo dall'ambientazione pastorale della Contea di Kildare.
Basato su un soggetto di Peter B. Kyne (meglio conosciuto per il romanzo western The Three Godfathers, filmato due volte dallo stesso Ford), The Shamrock Handicap descrive le difficoltà finanziarie dell'Irlanda senza però mai accennare al passato recente della Guerra d'Indipendenza e della Guerra Civile. La sua visione romantica e lussureggiante dell'Irlanda come paradiso perduto è un precoce esempio dello schema che Ford avrebbe seguito nei suoi film più famosi sull'Irlanda, in particolare The Quiet Man. Questo muto ha spesso un'aria malinconica, ma è privo della profondità emotiva raggiunta da Ford nei film più tardi. La parte di The Shamrock Handicap ambientata in America narra le fatiche di coloro che furono coinvolti nella diaspora irlandese, ma la trama dà un senso di speranza spesso minato dalle dolenti immagini di Ford. J. Farrell MacDonald, nei panni dell'addestratore di cavalli, è come sempre un piacere per gli occhi e l'oggetto del sincero amore di Janet Gaynor, Leslie Fenton, è un fantino azzoppato che gareggia nella corsa a ostacoli, momento culminante del film.

Proiezioni:
Giovedì 1 luglio 2010
Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni
11.45
L'evento è parte di: Il Cinema Ritrovato
Il primo John Ford
Accompagnamento Musicale Accompagnamento Musicale

Tariffe:

Biglietto per fasce orarie (valido tutta la mattina o tutto il pomeriggio):
Intero: Euro 6
Ridotto: Euro 4 (soci FICC, studenti universitari e anziani
Ridotto Amici della Cineteca: Euro 3,00
Info e abbonamenti

 

Dettagli sul luogo:
Piazzetta Pier Paolo Pasolini (ingresso via Azzo Gardino 65)

Numero posti: 174
Aria Condizionata
Accesso e servizi per disabili
Il nostro cinema aderisce al circuito CinemAmico: è possibile utilizzare l’applicazione MovieReading® per i film di cui è prevista audiodescrizione e/o sottotitolazione sull'applicazione.
Tel. 051 2195311