In sala

Novembre 2019

L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
Bookmark and Share
Giovedì 1 luglio 2010 18.15
Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni

FOUR SONS

(L'ultima gioia, USA/1929) R.: John Ford. D.: 99'. Did. inglesi

Presenta Kevin Brownlow
Accompagnamento al piano di Antonio Coppola

Il capolavoro del 1927 di F.W. Murnau Sunrise: A Song of Two Humans fece un'impressione enorme a Hollywood. In partenza per la Germania, dove avrebbe incontrato Murnau, Ford concesse un'intervista al "Moving Picture World" che riferiva: "Dopo aver visto dei giornalieri di Sunrise, Ford ha affermato di ritenere che si tratti del più grande film mai prodotto. Ford ha detto di dubitare che nei prossimi dieci anni possa essere realizzata una pellicola migliore". L'esplicita e finanche eccessiva imitazione di Murnau, girata da Ford nel 1927 e distribuita all'inizio dell'anno successivo con una colonna sonora musicale ed effetti sonori sincronizzati, si intitolava Four Sons.
Fotografato sontuosamente da George Schneiderman e Charles G. Clarke, con l'impiego di frequenti movimenti di macchina, il film rende ancora più esplicito l'omaggio stilistico a Murnau evocando le sofferenze di una famiglia tedesca decimata dagli orrori della Grande guerra. Ford considerava Four Sons la "prima storia veramente buona" che avesse mai girato (era l'adattamento di un racconto, apparso sul "Saturday Evening Post", di A.R. [Ida Alexa Ross] Wylie, che gli fornì anche il materiale di partenza per Pilgrimage, del 1933).
Il film narra di una madre bavarese (Margaret Mann) che giunge in America dopo la morte in battaglia di tre dei suoi figli. Ford passa da una descrizione comica e quasi da operetta della vita provinciale d'anteguerra a scene da incubo, stilizzate all'estremo, di massacri su un campo di battaglia avvolto nella nebbia. Il regista comunica efficacemente dramma di una donna normale travolta da eventi epocali che sfuggono al suo controllo, ma la stravaganza visiva del film soffoca a volte la semplicità emotiva della storia, la situazione tipicamente fordiana di una famiglia del Vecchio Continente distrutta e ricostituita in un nuovo paese.
(da Searching for John Ford)

Proiezioni:
Giovedì 1 luglio 2010
Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni
18.15
L'evento è parte di: Il Cinema Ritrovato
Il primo John Ford
Accompagnamento Musicale Accompagnamento Musicale

Tariffe:

Biglietto per fasce orarie (valido tutta la mattina o tutto il pomeriggio):
Intero: Euro 6
Ridotto: Euro 4 (soci FICC, studenti universitari e anziani
Ridotto Amici della Cineteca: Euro 3,00
Info e abbonamenti

 

Dettagli sul luogo:
Piazzetta Pier Paolo Pasolini (ingresso via Azzo Gardino 65)

Numero posti: 174
Aria Condizionata
Accesso e servizi per disabili
Il nostro cinema aderisce al circuito CinemAmico: è possibile utilizzare l’applicazione MovieReading® per i film di cui è prevista audiodescrizione e/o sottotitolazione sull'applicazione.
Tel. 051 2195311