In sala

Novembre 2019

L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
Bookmark and Share
Giovedì 1 luglio 2010 17.00
Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni

Astrea e altre stelle atletiche

Presenta Monica Dall'Asta
Accompagnamento al piano di Alain Baents

FILMENS VOVEHALS (RACCOLTA) (Danimarca/1923). D.: 8'. Did. norvegesi
Emilie Sannom (1886-1931) era una rompicollo danese: sott'acqua o nell'aria, su un filo o su una pala di mulino, l'attrice era sempre eroica e atletica. I suoi abiti e i suoi cappelli fioriti subirono tutte le prove immaginabili: scalate, discese in corda doppia, improbabile inseguimento di un cowboy fin dentro un sottomarino, acrobazie su un aereo in volo. Questa attrice dal sangue freddo è rimasta nella memoria del cinema danese conquistandosi la fama di temeraria. La scelta è tratta da: Pigen Fra hidalgo fyret (1914), Dilligencekusken fra San Hilo (1914), Zigo (1914), For Barnets skyld (1915), Panopta 2 (1918), Panopta 4 (1919); scene di paracadutismo da La fanciulla dell'aria (I 1923)

LE SORELLE BARTELS
(Italia/1910). D.: 4'
Nuovi ed eleganti esercizi di acrobatismo eseguiti dalle atletiche sorelle Bartels.

[L'ULTIMA FIABA]
(Italia/1920) R.: Ferdinand Guillaume (Polidor) Did. francesi D.: 58'
Astrea è un forzuto al femminile, molto sportiva e aggressiva in divisa (tipo Baden Powell) o anche in abito da sera se l'occasione lo richiede. Ha come aiuto e domestico Polidor. Salva una bambina, erede di un signore ricchissimo, che è stata rapita da uno zingaro di nome Tuffer e dalla sua complice, una dama aristocratica che vuole mettere le mani sull'eredita. I quattro film interpretati dalla misteriosa Astrea, donna-Maciste la cui biografia rimane avvolta nell'ombra, appartengono al filone atletico-acrobatico del cinema muto italiano, insieme ai film di Linda Albertini, Ethel Joyce, Gisa-Liana Doria, Piera Bouvier e altre ancora. La particolarità del film è il suo situarsi tra il genere avventuroso e quello comico, in bilico tra i due personaggi che detengono le redini dei differenti registri recitativi: Astrea è la protagonista del dramma, mentre Birillo, interpretato da Polidor, con le sue buffe movenze provoca l'ilarità del pubblico. La copia francese rinvenuta agli Archivi Francesi porta il semplice titolo Astrea, però la trama non corrrisponde a Justizia, la prima produzione della coppia Astrea - Polidor, distrubuita al estero con grande successo sotto il titolo Astrea, la nostra identificazione come L'ultima fiaba è ancora una ipotesi di lavoro.
La nostra ricerca negli archivi ha portato alla luce molto materiale finora sconosciuto, come due spettacolari frammenti di un nitrato nella collezione dell'Eye Film Institute Netherlands, ora in restauro. Si tratta di circa 320 metri di Sansone e la ladra di atleti (1919), con Linda Albertini nei panni della bandita Sansonette e il fuoriclasse storico del ciclismo italiano, Costante Girardengo.

Proiezioni:
Giovedì 1 luglio 2010
Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni
17.00
L'evento è parte di: Il Cinema Ritrovato
Senza paura, senza paragone: le donne avventurose nel cinema muto
Accompagnamento Musicale Accompagnamento Musicale

Tariffe:

Biglietto per fasce orarie (valido tutta la mattina o tutto il pomeriggio):
Intero: Euro 6
Ridotto: Euro 4 (soci FICC, studenti universitari e anziani
Ridotto Amici della Cineteca: Euro 3,00
Info e abbonamenti

Dettagli sul luogo:
Piazzetta Pier Paolo Pasolini (ingresso via Azzo Gardino 65)

Numero posti: 174
Aria Condizionata
Accesso e servizi per disabili
Il nostro cinema aderisce al circuito CinemAmico: è possibile utilizzare l’applicazione MovieReading® per i film di cui è prevista audiodescrizione e/o sottotitolazione sull'applicazione.
Tel. 051 2195311