In sala

Dicembre 2019

L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
Bookmark and Share

TRADIMENTI

di Harold Pinter
traduzione Alessandra Serra
con Nicoletta Braschi, Enrico Ianniello, Tony Laudadio e Nicola Marchitiello
regia Andrea Renzi; scene e costumi Lino Fiorito; luci Pasquale Mari; suono Daghi Rondanini

una produzione
Fondazione del Teatro Stabile di Torino
OTC Onorevole Teatro Casertano


Una relazione extra-coniugale raccontata dalla fine risalendo al principio. Due ex amanti si danno appuntamento in un pub anni dopo il termine del loro affaire: in nove, rapide scene si riavvolge così il nastro della storia clandestina tra Emma, sposata con Robert, e Jerry, miglior amico dell'uomo, fino al bacio che ha siglato l'inizio della loro rapporto.

Tradimenti (Betrayal) è una pièce che Harold Pinter scrisse nel 1978, già portata sul grande schermo nel 1983 dal regista David Jones con protagonisti Jeremy Irons e Ben Kingsley e celebrata fin dagli esordi come uno dei maggiori testi del premio Nobel inglese per la Letteratura, grazie ai dialoghi stringati, alle ambigue emozioni che filtrano attraverso il fair play dei protagonisti, all'ipocrisia dei rapporti personali e professionali.

Tra viaggi all'estero e riferimenti al mondo sofisticato in cui si muovono i protagonisti, Tradimenti mette in scena personaggi poco amabili e profondamente egotistici, le cui parole vengono smentite dai fatti, scena dopo scena, in un brutale viaggio nel tempo ma anche viaggio alla ricerca dell'identità di ciascuno, che sembra strutturarsi proprio partendo dai ricordi. Jerry ed Emma si amano, e il loro amore fluttua in un labirinto di bugie, che avvolge ogni cosa e semina menzogna ovunque: Emma tradisce il marito, Jerry tradisce il miglior amico e la propria moglie Judith, ma anche Robert ha tradito Emma con altre donne. E c'è quasi una prospettiva interna al testo che riguarda il tradimento: Jerry, agente letterario, e Robert, editore, sono figure di successo, ma Pinter insinua che le loro carriere siano la mistificazione delle loro aspettative di un tempo. La civile accettazione dei rispettivi tradimenti permea di una soffocante amarezza l'intera vicenda, insinuando nello spettatore il dubbio sottile che tutti e tre i protagonisti siano complici nelle loro menzogne.

«È solo il trucco della memoria - dichiarava Pinter in un'intervista rilasciata a Furio Colombo a proposito della struttura drammaturgica - La memoria è così. Comincia tutto dall'ultimo istante, si riavvolge all'indietro. Solo che sopra c'è la testa o il cervello o la logica o l'abitudine a pensare. Mettendo tutto alla rovescia, in Tradimenti, io ho preso la memoria alla lettera, la memoria senza logica, che è una macchina stupida, come tutte le macchine».

Spettacolo presentato nell'ambito di BOBeNICO

Proiezioni:
Mercoledì 15 giugno 2011
Arena del Sole
21.00
Giovedì 16 giugno 2011
Arena del Sole
21.00
Venerdì 17 giugno 2011
Arena del Sole
21.00

Tariffe:

Biglietto intero: 15.00 Euro
Biglietto ridotto: 10.00 Euro
Riduzioni: under 29, over 60, abbonati Arena del Sole, visitatori mostra BOBeNICO, Amici e Sostenitori della Cineteca di Bologna
Prevendita a partire da martedì 7 giugno dal martedì al venerdì dalle ore 16 alle ore 19, alla biglietteria dell'Arena del Sole e on-line su http://www.arenadelsole.it/

Dettagli sul luogo:
Via Indipendenza, 44
Info: 0512910910
Web