Bookmark and Share

Pochoir – Due decadi, due generi, due tecniche di restauro

Accompagnamento al piano di Neil Brand
Presentano Claudia Gianetto e Davide Pozzi

Le prime colorazioni policrome delle pellicole non venivano impiegate a imitazione della natura, ma a imitazione dell'arte, a imitazione dei sfarzosi allestimenti scenici di féeries e variétes, con cui il cinema entrava in concorrenza. Qualche classico esempio degli anni tra il 1906 e il 1908 compone la seconda metà del programma. Sono opere di grandi registi della prima generazione Pathé (Segundo de Chomón, Gaston Velle e Albert Capellani - o Ferdinand Zecca), restaurate digitalmente a partire delle copie in nitrato conservate dal Museo Nazionale del Cinema di Torino. Nel 1911 non esistevano più i generi Scènes à trucs et transformations e le Scènes Féeries et Contes. Il pochoir si spostò allora nei naturalistici e colorati film sugli animali (esempi tratti dalla collezione Levoni vengono presentati nel programma d'apertura della nostra sezione), nei film di viaggio, nei film storici in costume e - a prima vista un po' irritante per quelli che arrivano freschi freschi dal cinema pre-1910 - nei drammi contemporanei. Sono due proposte di questo tipo ad aprire il programma, entrambi esempi di riproduzione del pochoir attraverso internegativo, l'unico procedimento possibile prima dell'arrivo dello scanner. In Zaza (1913) reincontriamo due attrici dei Misérables di Capellani, la bella Fantine (Marie Ventura, qui nel ruolo principale di Zaza) e Cosette (Marie Fromet, che qui interpreta in maniera eccellente la figlioletta dell'amante). Il materiale viene adattato da Leoncavallo per un'opera, portato in America da David Belasco e impiegato a Hollywood per il lancio di star come Gloria Swanson (1923, Allan Dwan) e Claudette Colbert (1939, George Cukor).
(Programma e note di Mariann Lewinsky)

Parte 1 - Internegativo: drammi contemporanei degli anni dieci

ZAZA
(Francia/1913) di Adrien Caillard (18')
Sog.: dalla pièce di Pierre Berton e Charles Simon (1898); Int.: Marie Ventura (Zaza), Marie Fromet (la piccola Dufresne); Prod.: S.C.A.G.L.; Distr.: Pathé Frères (No. 5800)
35 mm. L. or.: 550 m. L.: 360 m. D.: 18' a 18 f/s. Pochoir / Stencil. Didascalie francesi / French intertitles
Da: CNC-Archives Françaises du Film

LE SIGNALEMENT
(Francia/1912) di Albert Capellani (14')
T. ing.: The Marked Man; Scen.: Jules Hoche; F.: Pierre Trimbach; Int.: Jean Kemm (il pazzo), Émile Duard (il calzolaio), Maria Fromet (la piccola Jeannette); Prod.: S.C.A.G.L.; Distr.: Pathé Frères (No. 5378)
35 mm. L.: 300. D.: 14' a 18 f/s. Pochoir / Stencil. Didascalie olandesi / Dutch intertitles
Da: EYE-Film Institute Netherlands

Parte 2 - Digitale: Trucchi, Trasformazioni, Féeries e Fiabe 1906-1908

LE SPECTRE ROUGE
(Francia/1907) di Segundo de Chomón (9')
Scen., fot., trucchi: Segundo de Chomón; Int: Julienn Mathieu Prod.: Pathé Frères
35mm. L: 170 m. D.: 9' a 16 f/s. Pochoir / Stencil. Senza didascalie / No intertitles
Da: Museo Nazionale del Cinema e Cineteca di Bologna
Preservazione digitale eseguita nel 2011 presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata a partire da un positivo nitrato con colorazione pochoir conservato dal Museo Nazionale del Cinema / Digitally preserved in 2011 by L'Immagine Ritrovata laboratory from a stencil-coloured nitrate positive held by Museo Nazionale del Cinema

EN AVANT LA MUSIQUE
(Francia/1907) di Segundo de Chomón (3')
Scen., fot., trucchi: Segundo de Chomón; Int.: Julienne Mathieu; Prod.: Pathé Frères
35mm, L.: ca. 60 m. D.: 3' a 16 f/s. Pochoir / Stencil. Senza didascalie / No intertitles
Da: Museo Nazionale del Cinema
Preservazione digitale eseguita nel 2011 presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata a partire da un positivo nitrato con colorazione pochoir conservato dal Museo Nazionale del Cinema / Digitally preserved in 2011 by L'Immagine Ritrovata laboratory from a stencil-coloured nitrate positive held by Museo Nazionale del Cinema

MAGIE MODERNE
(Francia/1908) di Segundo de Chomón (2')
Scen., fot., trucchi: Segundo de Chomón; Int.: Julienne Mathieu; Prod.: Pathé Frères
35mm. L.: ca. 30 m. D.: 2' a 16 f/s. Pochoir / Stencil. Senza didascalie / No intertitles
Da: Museo Nazionale del Cinema
Restauro eseguito nel 2011 presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata a partire da un positivo nitrato imbibito e con colorazione pochoir conservato dal Museo Nazionale del Cinema / Restored in 2011 by L'Immagine Ritrovata laboratory from a stencil-coloured and tinted nitrate positive held by Museo Nazionale del Cinema

LA PEINE DU TAILON
(Francia/1906) di Gaston Velle (4')
Prod.: Pathé Frères
35mm. L: ca. 70 m. D.: 4' a 16 f/s. Pochoir / Stencil. Senza didascalie / No intertitles
Da: Museo Nazionale del Cinema, Cineteca di Bologna
Preservazione digitale eseguita nel 2011 presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata a partire da un positivo nitrato con colorazione pochoir colorazioni a mano conservato dal Museo Nazionale del Cinema / Digitally preserved in 2011 by L'Immagine Ritrovata laboratory from a stencil- and hand-colored nitrate positive held by Museo Nazionale del Cinema

LA BELLE AU BOIS DORMANT
(Francia/1908) di Albert Cappellani, Lucien Nonguet (14')
Fot., trucchi: Segundo de Chomón; Scgf.: V. Lorant-Heilbronn; Int.: Julienne Mathieu; Prod.: Pathé Frères
35mm. L.: 258 m. D.: 14' a 16 f/s. Pochoir / Stencil. Didascalie italiane / Italian intertitles
Da: Museo Nazionale del Cinema, Cineteca di Bologna
Preservazione digitale eseguita nel 2011 presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata a partire da un positivo nitrato con colorazione pochoir conservato dal Museo Nazionale del Cinema / Digitally preserved in 2011 by L'Immagine Ritrovata laboratory from a stencil-coloured nitrate positive held by Museo Nazionale del Cinema

Proiezioni:
Martedì 28 giugno 2011
Cinema Jolly
14.30
L'evento è parte di: Il Cinema Ritrovato 2011
Alla ricerca del colore nel film
Accompagnamento Musicale Accompagnamento Musicale
Dettagli sul luogo:
Via Marconi, 14
Numero posti: 362
Aria condizionata
Info: 051224605