In sala

Giugno 2020

L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
Bookmark and Share

GERMINAL

(Francia/1913) di Albert Capellani (147')
Sog.: dal romanzo omonimo di Émile Zola (1885); Scen.: Albert Capellani; F.: Louis Forestier, Pierre Trimbach; Int.: Henry Krauss (Lantier). Sylvie (Catherine), Jean Jacquinet (Chaval), Dharsay (Souvarine), Mévisto (Maheu), Albert Bras (Hennebeau), Jeanne Cheirel (la Maheude), Paul Escoffier (Négrel), Cécile Guyon (Cécile Hennebeau), Marc Gérard (Bonnemort); Prod.: S.C.A.G.L. (Pathé No. 6224) 
35mm. L.: 3017. D.: 147' a 18 f/s. Imbibito / Tinted. Didascalie francesi / French intertitles
Da: Cinémathèque Française
Copia restaurata nel 2011 / Print restored in 2011 

Accompagnamento alla fisarmonica di Marc Perrone
Presentano Sophie Seydoux (Fondation Jérôme Seydoux-Pathé), Camille Blot-Wellens (Cinémathèque française), e Mariann Lewinsky

Gli elementi dei film di Capellani presenti negli archivi della Cinémathèque française fanno parte di un fondo depositato dalla Pathé nel 1951. Esso contiene i negativi di più di venti film del regista, tra cui Germinal e Quatre-vingt-treize. Se il negativo è indubbiamente l'elemento migliore su cui basare un restauro, non significa che renda più facile il recupero dei film. Negli anni Dieci del secolo scorso i negativi erano organizzati per la stampa in piccoli blocchi preceduti da una coda d'inizio con tutte le informazioni necessarie al montaggio e all'applicazione del colore. Nel caso dei film Pathé le indicazioni di colore erano in codice (cifre e lettere). Per molto tempo è stato impossibile ripristinare i colori dei film nei casi in cui era sopravvissuto solo il negativo. Nel 2007, un taccuino che era appartenuto a Marcel Mayer, direttore degli stabilimenti Pathé di Joinville, e conservato alla Fondation Jérôme Seydoux Pathé, ha fornito nuove informazioni. Questo documento ci ha permesso di interpretare i codici e di ripristinare così i colori previsti in origine. Germinal presenta nove tinte diverse. Il "Courrier cinématographique" del 17 maggio 1913 pubblica un reportage sulle riprese del film: si apprende così che "l'illustre direttore artistico della S.C.A.G.L. [è] circondato da una quarantina di minatori, vagonisti, carusi e assistito da due operatori". Era una pratica normale alla Pathé, si girava con due cineprese. Potevano essere preparati due negativi, il primo con le riprese migliori per il mercato nazionale e un secondo destinato all'esportazione e contenente riprese di qualità inferiore. Nel caso di Germinal conserviamo anche il secondo negativo, più corto. Germinal figura tra le grandi produzioni del 1913 e fu eccezionalmente proiettato da solo all'inaugurazione della stagione 1913-1914, il 3 ottobre 1913.
(Camille Blot-Wellens)

Proiezioni:
Mercoledì 29 giugno 2011
Cinema Jolly
14.30
L'evento è parte di: Il Cinema Ritrovato 2011
Alla ricerca del colore nel film
Accompagnamento Musicale Accompagnamento Musicale
Dettagli sul luogo:
Via Marconi, 14
Numero posti: 362
Aria condizionata
Info: 051224605