In sala

Novembre 2019

L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
Bookmark and Share

DAWN PATROL

(Stati Uniti/1930)  di Howard Hawks (104')

T. it.: La squadriglia dell'aurora; Sog.: da The Flight Commander di John Monk Saunders; Scen.: Dan Totheroh, Howard Hawks, Seton I. Miller; F.: Ernest Haller; Mo.: Ray Curtis; Scgf.: Jack Okey; Eff. Spec.: Fred Jackman; Mu.: Rex Dunn (non accred.); Int.: Richard Barthelmess (Capitano Dick Courtney), Douglas Fairbanks Jr. (Douglas Scott), Neil Hamilton (maggiore Brand), Frank McHugh (Flaherty), Clyde Cook (Bott, il barista), James Finlayos (Mac, sergente sul campo), Gardner James (Ralph Hollister), William Janney (Gordon Scott, fratello di Douglas), Edmund Breon (luogotenente Phipps), Jack Ackroyd, Harry Allen (meccanici), Dave O'Brien (pilota); Prod.: Robert North, Hal B. Wallis per First National Pictures, The Vitaphone Corporation; Pri. pro.: 10 luglio 1930 (New York); D.: 95'.
35mm. L.: 2853 m. D.: 104'. Bn. Versione inglese / English version
Da: Library of Congress per concessione Hollywood Classics
Restauro / Preserved by the Library of Congress

Era molto interessante perché, per me, costituiva il primo film sonoro: dopo l'avvento del sonoro non avevo più lavorato perché non si sapeva se avrei padroneggiato i dialoghi, dato che non ero mai stato su un palcoscenico, né dietro le quinte. Ho scritto io stesso quasi tutta la sceneggiatura e durante le riprese tutti continuavano a dirmi: "Non è un buon dialogo, non è drammatico; è tutto insulso. Tutto quello che lei ha fatto va nel senso della scipitezza". Non amavano il film perché i personaggi non piangevano, non gridavano. Quando fu terminato il montaggio, non organizzarono nemmeno una 'prima', tanta sfiducia avevano! Si accontentarono di distribuirlo alla chetichella e fu il più grande film di quell'anno; presero l'abitudine di proiettarlo agli altri cineasti dicendo loro: "Ecco cos'è un buon dialogo!".
(Howard Hawks, da Entretien avec Howard Hawks, a cura di Jacques Becker, Jacques Rivette, François Truffaut, "Cahiers du Cinéma", n. 56, febbraio 1956)

Per quanto possa apparire deludente, La squadriglia dell'aurora occupa, nel cinema di Hawks, un ruolo paragonabile a quello occupato da Daisy Kenyon nell'opera di Otto Preminger - il film contiene comunque, esclusivamente sul piano formale, delle sequenze molto riuscite (come lo straordinario balletto di vecchie carcasse in pieno combattimento). Sottili e incisive, numerose altre ci permettono di individuare la viva intelligenza che le ha concepite. (...) La squadriglia dell'aurora è certamente un'opera importante per la conoscenza e la comprensione della tematica hawksiana (il gruppo di uomini legati nell'amicizia virile e nel pericolo), ma è anche un film molto diseguale sul piano espressivo.
(Jean-Claude Missiaen, Howard Hawks, Editions Universitaires, Parigi, 1966)

Proiezioni:
Domenica 26 giugno 2011
Cinema Arlecchino
09.30
L'evento è parte di: Il Cinema Ritrovato 2011
I cinefili preferiscono Howard Hawks: muti e primi sonori
Lingua originale con sottotitoli Lingua originale con sottotitoli
Dettagli sul luogo:
via delle Lame, 57
Numero posti: 450
Aria condizionata
Accesso disabili
Tel. 051 522285