Bookmark and Share
Venerdì 1 luglio 2011 17.30
Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni

1911: Lo specchio del presente

CAMEL CARAVAN ([?] 1911) D.: 4'. Did.inglesi
L
E THÉÂTRE POPULAIRE ARABE (Francia/1911) D.: 6'. Did. francesi
L
A PEUR DES OMBRES (Francia/1911) R.: Roméo Bosetti. D.: 3'. Did. tedesche
FESTA PIROTECNICA NEL CIELO DI LONDRA
(Gb/1911) D.: 4'
C
HEZ LES MURUTS, PEUPLADE SAUVAGE DU NORD DE BORNÉO (Francia/1911) D.: 5'
E
XCURSION EN CHINE (Francia/1911) D.: 4'. Did. olandesi
C
RETINETTI AGENTE DI ASSICURAZIONI (Italia/1911) D.: 9'. Did. francesi
VICTORIN JASSET, REGISTA E STORICO DEL CINEMA:
A
U PAYS DES TÉNÈBRES (Francia/1911) R.: Victorin Jasset. D.: 25'. Did. olandesi
THE TIRED ABSENT-MINDED MAN
(USA/ 1911) D.: 7'. Did. inglesi

Accompagnamento al piano di Guenter Buchwald
Presenta Mariann Lewinsky

In sala è il 2011, e sullo schermo c'è il 1911: mentre vediamo i film del passato, li mescoliamo con il nostro presente: Giorgio V, incoronato il 22 luglio 1911, non era quello che abbiamo visto da poco al cinema - il padre insensibile di Giorgio VI, il re balbuziente? E la persecuzione della pubblicità sempre a caccia di clienti ci segue ovunque, come Cretinetti, spietato agente di assicurazioni, segue la coppia di sposi. Gli avvenimenti recenti rendono attuali i film che fanno vedere regioni come i paesi arabi o la Cina. L'energia nucleare ha portato ai disastri di Černobyl' e a Fukushima; cento anni fa le peggiori catastrofi causate dall'uomo in Europa erano i disastri minerari, cioè sempre nel campo della produzione energetica.
Nel 1911 Victorin Jasset non realizza solo Au pays des ténèbres (due anni prima del Germinal di Capellani) e la prima serie di Zigomar (Le Roi des Voleurs), ma scrive anche una storia del cinema, che si chiude nel 1910 con il successo delle commedie Vitagraph in Europa: "Tra il 1909 e il 1910 fecero la loro comparsa le prime commedie della Vitagraph. Fino a quel momento l'intera produzione [della Scuola americana] era mediocre, poi banale. Di colpo arrivarono dei capolavori. Era nata una nuova Scuola, che s'imponeva a tutto il mercato, non solo agli artisti ma anche al grande pubblico, che l'accoglieva con entusiasmo. La Scuola americana si distingueva dalla nostra su tre punti principali: 1. Il campo dell' inquadratura. 2. La recitazione. 3. Le sceneggiature"
(V. Jasset, "Etude sur la mise en scène en Cinématographie", Ciné-Journal, 170, 25.11.1911, p. 26)

Proiezioni:
Venerdì 1 luglio 2011
Cinema Lumière - Sala Officinema/Mastroianni
17.30
L'evento è parte di: Il Cinema Ritrovato 2011
Cento anni fa: i film del 1911
Accompagnamento Musicale Accompagnamento Musicale
Dettagli sul luogo:
Piazzetta Pier Paolo Pasolini (ingresso via Azzo Gardino 65)

Numero posti: 174
Aria Condizionata
Accesso e servizi per disabili
Il nostro cinema aderisce al circuito CinemAmico: è possibile utilizzare l’applicazione MovieReading® per i film di cui è prevista audiodescrizione e/o sottotitolazione sull'applicazione.
Tel. 051 2195311