In sala

Settembre 2020

L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
Bookmark and Share

IL FIGLIO DELL'ALTRA

Regia: Lorraine Lévy
Interpreti: Emmanuelle Devos, Pascal Elbé, Mehdi Dehbi
(Francia/2012, 105')

Mentre si prepara a partire per il servizio militare con l'esercito israeliano, Joseph scopre che suo padre e sua madre non sono i suoi veri genitori, ma che alla nascita è stato scambiato per errore con Yacine, dato invece a una famiglia palestinese in Cisgiordania. La rivelazione sconvolge improvvisamente le esistenze di tutte e due le famiglie costrette riconsiderare non solo le rispettive identità, ma anche i loro valori e le proprie convinzioni.

Ci sono film che rischiano a ogni passo di finire ostaggio del loro soggetto. Succede quando il cinema prende di petto la realtà con tutte le sue contraddizioni anziché renderla più leggibile seguendo le leggi di questo o quel genere, commedia, thriller, melodramma, eccetera. Quando poi qualcuno porta la macchina da presa in Medio Oriente, i rischi diventano altissimi. Eppure proprio Israele ci ha dato alcuni dei più bei film di questi anni. Per originalità di scrittura, densità del tratto, verità dei personaggi. Come se la massa di problemi che pesa su ogni centimetro di ogni inquadratura costringesse i registi a fare i conti fino in fondo con ciò che riprendono (in Israele ogni immagine è politica, per definizione). Figuriamoci cosa succede se una regista francese, ebrea non praticante, decide di aggiornare la favola dei figli scambiati in culla alla situazione odierna di Israele. Immaginando cosa accadrebbe se un giorno due coppie, una israeliana e una palestinese, scoprissero che i figli oggi 18enni allevati con tanto amore sono in realtà figli "degli altri", ovvero del "nemico". [...] La metafora e la predica para-politica sono in agguato. Invece - miracolo - il film di Lorraine Lévy non cade in nessuna di queste trappole. E se non sempre vola altissimo, ci conquista scena dopo scena pedinando in tutta semplicità e con un pizzico di benedetta ingenuità la vita quotidiana di queste due famiglie, comprensibilmente sconvolte dalla scoperta. Evitando tutte le tentazioni "massimaliste" [...] per affidarsi al buon senso, alla pazienza, alla speranza custodita naturalmente dalle madri, più che dai padri, e dai figli. [...] un film fragile e insinuante, ravvivato da attori eccellenti, che sceglie e percorre la via del cuore con coraggio e coerenza.

Fabio Ferzetti, "Il Messaggero"

In Francia ha fatto molto discutere con le sue riflessioni sul concetto di identità personale e nazionale, e ora arriva anche nelle nostre sale. Il figlio dell'altra di Lorraine Levy è la bellissima storia di due famiglie, una israeliana, l'altra palestinese, che scoprono di aver allevato il figlio "sbagliato". [...] Se i padri hanno l'impressione di aver perduto il figlio, le madri sentono di averne guadagnato uno, come a dire che la via della riconciliazione tra due popoli da decenni in lotta passa attraverso le donne e i giovani.

Alessandra De Luca, "Avvenire"

Proiezioni:
Giovedì 25 luglio 2013
Arena Puccini
21.45
L'evento è parte di: Arena Puccini

Tariffe:

Biglietto intero: 6 Euro
Biglietto ridotto: 4,50 Euro
Riduzioni: over 60, studenti universitari, Amici e Sostenitori della Cineteca e Tessera Lumière
AGIS, COOP, DLF, clienti banca BPER
Puccini Card: ogni 4 ingressi il 5° è gratis

Prevendita
www.vivaticket.it
e presso Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/E Bologna)

Info
3669308566  - 3404854509 (dalle ore 20.30)

Dettagli sul luogo:
via Sebastiano Serlio, 25/2

Apertura cassa: ore 20.45