In sala

Febbraio 2020

L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  
Bookmark and Share
Lunedì 1 luglio 2013 10.45
Cinema Lumière - Sala Scorsese

SAKASU GONINGUMI

(Five Men from the Circus / Cinque uomini del circo, Giappone/1935) R.: Mikio Naruse. D.: 65' 

[Cinque uomini del circo] T. int .: Five Men in the Circus. Sog.: dal romanzo Kanashiki Jinta di Roppa Furukawa. Scen.: Uhei Ima, Ryuji Nagami. F.: Hiroshi Suzuki. M.: Koichi Iwashita. Scgf.: Junnosuke Yamasaki. Mus.: Kyosuke Kami. Int.: Masako Tsutsumi (Chiyoko), Ryuko Umezono (Sumiko), Heihachiro Okawa, Hiroshi Uruki, Kamatari Fujiwara, Ricki Miyagawa, Ko Mihashi (Kokichi, Torakichi, Jinkichi, Rokuta, Seiroku, il quintetto di artisti), Sadao Maruyama (capo del circo itinerante), Masako Sanjo (figlia equilibrista), Kajiya Morino (Matsumoto, il manager), Nijiko Kiyokawa (Okiyo), Koji Kaga (Kunio, l'acrobata). Prod.: P.C.L. 35mm. D.: 65'. Bn. Versione giapponese con sottotitoli inglesi / Japanese version with English subtitles
Da: National Film Center - The National Museum of Modern Art, Tokyo.
La copia si basa su un controtipo negativo 35mm acquistato grazie a un fondo nazionale supplementare stanziato nel 2009 dall'Agenzia per gli Affari Culturali e in seguito restaurato dal National Film Center. Colonna sonora sottoposta a riduzione del rumore
The current print is based on a 35mm dupe negative bought using a supplementary national budget provided for the purchase of films by the Agency for Cultural Affairs in 2009, and later restored by the NFC. The soundtrack has undergone noise reduction


"La vita è un viaggio", dichiara una delle eroine di questo film sonoro di Naruse. Ma i film di Naruse, come scrive Catherine Russell, "sono viaggi senza una destinazione finale". Commedia d'atmosfera provinciale ambientata nel mondo degli artisti itineranti, Cinque uomini del circo ricorda i film di Hiroshi Shimizu, regista della Shochiku, ma è anche un tipico titolo della P.C.L. nel suo uso della musica per illustrare le potenzialità del sonoro. Il film è inoltre rappresentativo della produzione di Naruse nel primo decennio del sonoro, spesso attenta all'ambiente degli artisti. La tematica ricorre infatti in Tochuken Kumoemon (L'uomo di  casa, 1936), Tsuruhachi Tsurujiro (Tsuruhachi e Tsurujiro, 1938), Uta andon (La canzone della lanterna, 1943) e Shibaido (La via del dramma, 1944). Il film era liberamente tratto dal romanzo Kanashiki Jinta (Triste Jinta) del comico Roppa Furukawa. "Kinema Junpo" criticò il film giudicandolo inferiore a Moglie, sii come una rosa e ritenendo che difettasse del lirismo presente nel miglior Naruse. Per quanto ne sappiamo, prima d'ora il film non era mai uscito dal Giappone, e la sua prima europea a Bologna offre agli ammiratori di Naruse la possibilità di vedere come le tematiche del grande regista presero forma nei primi anni del sonoro.

Alexander Jacoby, Johan Nordström

 

"Life  is a journey", declares one of the heroines of this early Naruse sound film, but Naruse's films, as Catherine Russell writes, "are journeys without final destinations". With its provincial setting, artistic milieu and itinerant theme, this comedy about performing artists might evoke the contemporary work of Shochiku-based Hiroshi Shimizu. But it is also characteristic of P.C.L. as a studio, with its stress on music as illustrative of the potential of sound film, and of Naruse's work in the first  decade of sound with its repeated focus on performing artists, a theme to recur in Tochuken Kumoemon (1936), Tsuruhachi Tsurujiro (1938), Uta andon (The Song Lantern, 1943) and Shibaido (The Way of Drama, 1944). The film was loosely based on a novel entitled Kanashiki Jinta (Sad Jinta) by comedian Roppa Furukawa. "Kinema Junpo" was critical of the film, judging it inferior to Wife! Be Like a Rose!, and finding that it lacked the lyricism typifying Naruse's best work. Nevertheless, in so far as we can trace, this film has never previously been screened outside Japan, and its European premiere at Bologna is a unique opportunity for admirers of this respected director to  see how Naruse's thematic concerns took shape in the first years of sound.

Alexander Jacoby, Johan Nordström

Proiezioni:
Lunedì 1 luglio 2013
Cinema Lumière - Sala Scorsese
10.45
L'evento è parte di: Il Cinema Ritrovato 2013
Il Giappone parla! Seconda parte. Cantanti e spadaccini
Lingua originale con sottotitoli Lingua originale con sottotitoli

Tariffe:

Ingresso libero

Dettagli sul luogo:
Piazzetta Pier Paolo Pasolini (ingresso via Azzo Gardino 65)

Numero posti: 144
Aria condizionata
Accesso e servizi per disabili
Il nostro cinema aderisce al circuito CinemAmico: è possibile utilizzare l’applicazione MovieReading® per i film di cui è prevista audiodescrizione e/o sottotitolazione sull'applicazione.
Tel. 0512195311